Il nostro nuovo sito è online!

Una ventata di freschezza ha rinnovato il nostro sito. Abbiamo deciso di condividere momenti della nostra giornata lavorativa in scatti che ci vedono protagonisti e di rivisitare tutti i contenuti in un’ottica SEO friendly, puntando tutto sulla chiarezza e sulla fruibilità delle informazioni per i nostri clienti. Siete curiosi di scoprirne qualcosa in più?


Durante il restyling del nostro sito ci siamo interrogati molto su cosa costituisce una “qualità” per Google. Un interessante articolo di Moz elenca le macro caratteristiche che dovrebbe avere un buon sito:

- Deve avere un contenuto unico e originale;
- Deve avere un valore per gli utenti che lo navigano;
- Deve avere fonti esterne che lo citano, e qui ci si ricollega ai punti sopra: se i contenuti sono validi, sono degni di riferimento;
- Deve avere collegamenti interni;
- Le pagine devono rispondere con successo alle query dei ricercatori;
- Le pagine devono caricare velocemente, indipendentemente dalla connessione dell’utente;
- Deve avere una buona user experience, su qualsiasi dispositivo; I contenuti devono essere grammaticalmente corretti, sembra assurdo, ma test dimostrano che errori ortografici rendono un sito, agli occhi di Google, non qualificato;
- Le immagini devono avere gli alt tag, per essere anch’esse indicizzate correttamente da Google;
- I contenuti devono essere ben organizzati;
- Deve avere contenuti che puntano a fonti aggiuntive (banalmente è necessario citare le fonti).

Questa, come spiegato anche nell’articolo, non è una lista esaustiva, ma fa capire immediatamente cosa a un sito di qualità per Google non deve mancare. Lavorare su questi aspetti è stato di ispirazione per migliorarci e per raggiungere risultati sempre più ambiziosi… la strada è ancora lunga, ma abbiamo intrapreso quella giusta!

Semrush offre una guida con spunti tecnici e non, per analizzare il proprio sito. Tra i punti che analizza c’è un ampio riferimento all’ottimizzazione per i dispositivi mobile, come abbiamo sopra citato. Se una pagina non ha un meta tag viewport i browser dei dispositivi mobili non saranno in grado di trovare una versione ottimizzata della pagina e quindi mostreranno una versione con font troppo grandi o troppo piccoli per lo schermo e con tutte le immagini fuori posizione. Questo tipo di problemi spaventerà i visitatori e peggiorerà il posizionamento, in particolare se si considera il concetto di Google di un indicizzazione focalizzata sui dispositivi mobili. Le Accelerated mobile pages sono un ottimo modo per gli editori di offrire contenuti con un caricamento veloce da una pagina di risultati dei motori di ricerca.

Ma ci sono anche molti altri spunti interessanti offerti da Semrush, quindi se vuoi, scarica la guida qui.

Ora puntiamo la luce sul blog che per la diffusione del brand e la costruzione dell'audience è forse lo strumento più utilizzato, ma sei certo di sfruttare tutte le potenzialità di questo strumento? Non basta avere questa sezione nel proprio sito e “buttarci” dentro qualche news alla rinfusa quando capita.

Cosa non devi fare in un blog?

blog di Orangepix


 - Pubblicazioni non costanti, quando non si segue un solido piano editoriale con un calendario prestabilito, si rischia di disattendere le aspettative del lettore, che con pochi clic andrà a visitare un altro blog. Definisci quindi i contenuti da pubblicare con continuità.
- Contenuti poco originali, diciamocelo chiaramente, i lettori devono avere un motivo per leggere i tuoi articoli... non devono piacere solo a Google! Crea contenuti distinguibili, che hai solo tu. Definisci il giusto tono di voce per impostare un taglio originale e un'impronta immediatamente distinguibile. Ricorda che l'importante non è solo cosa dici, ma anche come lo dici.
- Articoli autoreferenziali, che non soddisfano alcun bisogno. Cerca ciò di cui hanno bisogno i tuoi lettori e soddisfa le loro esigenze. Come farlo? Alcuni strumenti online ti possono aiutare... come Google Trends, oppure Answer The Public.
- Argomenti con interesse limitato nel tempo, diminuiscono il flusso delle visite al tuo sito. Ricorda che il blog è un ottimo strumento per implementare contenuti freschi e nuovi al tuo sito, ma devi anche generare un interesse in grado di durare nel tempo e incoraggiare i comportamenti di sharing.
- Definizione di obiettivi sbagliati. Ammettiamo che se abbiamo intenzione di investire tempo e risorse per qualcosa, ne vogliamo anche un tornaconto. Dove vuoi indirizzare i tuoi lettori? Quale azione vuoi che compiano dopo aver letto il tuo articolo? Puoi proporre contenuti speciali, sconti o benefit che possano realmente stuzzicare l'interesse dei lettori. 

 Adesso, vediamo invece cosa fare per ottenere un buon blog:
- Usa il “nofollow” quando vuoi che il motore di ricerca ignori un link, se si tratta di un sito web di dubbia qualità, ad esempio, è obbligatorio, usa il “dofollow” per comunicare al motore di ricerca che il link che hai inserito è rilevante.
- Quando non sai proprio che argomento trattare, piuttosto che cercare di cavalcare l’onda di una notizia che hanno già sviscerato tutti i tuoi concorrenti, aggiorna un tuo vecchio contenuto.
- Un aspetto dell’ottimizzazione, che devi sempre considerare, riguarda le prestazioni del tuo sito web. E quando si parla di prestazioni, si passa sempre dalle immagini. Ecco perché è consigliabile affidarsi al formato JPG per le immagini del tuo articolo.
- Un backlink, invece, è un link in ingresso verso una pagina web, che non è presente sullo stesso sito. Sostanzialmente, ogni qualvolta inserisci una risorsa esterna al tuo blog, doni alla fonte di quella informazione un backlink. Uno strumento che ti può essere d’aiuto è PRchecker 
- Analizza i risultati di un articolo dopo la pubblicazione, Search Console può fornirti report dettagliati, sulla visibilità delle pagine web del tuo blog.

Ma nel nostro sito abbiamo puntato molto sulla chiarezza, come ti dicevo a inizio articolo, cercando di spiegare bene i servizi che offriamo e mettendo in rilievo i lavori che abbiamo fatto, per offrire ai nostri possibili clienti un quadro completo dell’attività che potrebbero svolgere con noi. Lasciamo ora a te il piacere di visitare le pagine… e se hai suggerimenti o commenti a riguardo, scrivici!