Google Search: l’ultimo aggiornamento Speed Update

A partire da luglio 2018, Google inizierà a prendere la velocità di caricamento delle pagine come uno dei fattori di posizionamento dei siti per le ricerche effettuate da dispositivi mobile.


Occuparsi di Search significa occuparsi di Google, e questo ancora per molto tempo, stando al report di Define Media Group e pubblicato da eMarketer.

L’istituto, monitorando 94 siti in varie parti del mondo e di settori diversi tra gennaio e novembre 2014, ha rilevato che Google da solo ha generato il 93% del traffico web proveniente da ricerche organiche fatte su pc e mobile web, lasciando agli altri motori le briciole: In particolare, Bing e Yahoo! insieme conterebbero meno del 6%.

Il predominio costruito da Google su pc sembra tradursi anche sul mobile browsing, un’attività che si dovrà sempre prendere in maggiore considerazione. E gli utenti online vogliono trovare quello che cercano sempre più velocemente, quindi la velocità di caricamento della pagina sarà un fattore di ranking per le ricerche sui dispositivi mobile. Ecco perché il cosiddetto Speed Update, annunciato ufficialmente sul blog di Google, punterà a migliorare ulteriormente l’esperienza di navigazione da mobile con azioni volte a spostare in basso nelle SERP quei siti che risulteranno eccessivamente lenti, premiando invece quelli più veloci, a patto che contengano sempre contenuti di valore.

Google SpeedUpdate

Speed Update riguarderà solo le pagine che offrono agli utenti l'esperienza più lenta e interesserà solo una piccola percentuale di query. Questo aggiornamento di Google applica lo stesso standard a tutte le pagine, indipendentemente dalla tecnologia utilizzata per costruire la pagina. L'intento della query di ricerca è ancora un segnale molto forte, quindi una pagina lenta può ancora classificarsi molto se ha contenuti rilevanti e rilevanti.

Quali sono le prestazioni che influenzano l’esperienza dell’utente sulla tua pagina web? Ti diamo qualche risorse dove puoi verificare il rendimento di una pagina web:

Chrome User Experience Report un report di dati pubblici e di metriche chiave dell'esperienza utente per le destinazioni più popolari sul Web, per poter definire meglio la propria strategia.
- Lighthouse uno strumento automatizzato open-source per migliorare la qualità delle pagine web, che fornisce un audit di prestazioni.
- PageSpeed Insights uno strumento che indica la performance di una pagina sul Rapporto di Chrome UX e suggerisce ottimizzazioni delle prestazioni.
- Test di ottimizzazione mobile un test che consente di verificare la facilità di utilizzo della tua pagina web sui dispositivi mobile.

Quando si tratta di pagine per dispositivi mobili, la velocità e le dimensioni sono importanti. La semplice compressione di immagini e di testo può essere un punto di svolta: il 30% delle pagine potrebbe risparmiare più di 250 KB in questo modo. Puoi anche valutare come il tuo sito web è attualmente di facile utilizzo per i dispositivi mobile e calcolare la velocità della pagina mobile su Test My Site.

Quando accadrà tutto questo? A luglio! Non farti trovare impreparato… migliora il tuo sito web adesso!