Cosa vogliono i tuoi clienti online?

Diamo voce ai tuoi potenziali clienti e scopriamo insieme come soddisfare le loro richieste. Creare una comunicazione online efficace ti permette di fidelizzare i clienti e implementare le tue vendite.


Il comportamento e le reazioni dei consumatori rispetto alla grande mole di informazioni dalla quale vengono colpiti quotidianamente è messo alla luce da uno studio condotto l’anno scorso, ma che ci da un’idea chiara di quello che sta succedono anche oggi.

“statistiche I consumatori dichiarano, infatti, di avere sempre più difficoltà nel trovare tra tutte le informazioni quelle davvero importanti e questo si traduce nel non riuscire a pagare una scadenza (il 25% degli intervistati), non riuscire a determinare esattamente il costo di un servizio (34%) o, ancora, non poter usufruire di offerte (39%). Una situazione non facile da gestire se si pensa che l’84% del campione d’indagine si dichiara anche disposto ad agire nei confronti delle aziende se queste non cambieranno le proprie strategie di comunicazione. Non stupisce, quindi, che il 69% dei consumatori abbia deciso di annullare l’iscrizione ad almeno una mailing list o che il 18% abbia addirittura messo fine a qualsiasi tipo di rapporto con il brand in questione. Inoltre, una persona su dieci si è rivolta a un’autorità competente per riuscire ad arginare il bombardamento di comunicazioni irrilevanti e contenuti spazzatura.
Fonte: InsideMarketing

Emerge da un’altra interessante ricerca che i consumatori preferiscono ricevere contenuti cuciti su misura sulle loro esigenze, ma non disdegnano contenuti informativi ed educativi. La qualità e la rilevanza dei contenuti incidono sulla propensione all’acquisto .

La ricerca “Triple R” (Tripla R), condotta da Censuswide e sponsorizzata da Ricoh, rivela cosa significhi “buono” dal punto di vista di un cliente, quando acquista un prodotto oppure un servizio online. Un totale di 3.600 clienti in 23 paesi di Europa e Sud Africa sono stati coinvolti nello studio. Il cliente è stato suddiviso in tre fasi:

- Reach (raggiungere)
- Respond (rispondere)
- Retain (mantenere)

Il 70% dei clienti ritiene che le aziende migliori siano quelle che prestano la massima attenzione alle loro esigenze e il 57% dei clienti è disposto a spendere di più con le aziende che lo fanno sentire importante.

Nell’ambito delle informazioni che ricevono prima dell’acquisto, i clienti danno la massima priorità ad offerte e sconti personalizzati, il 61% dei clienti è convinto che le aziende debbano essere più trasparenti sul modo in cui utilizzano i dati sul cliente e ben l’89% dei clienti afferma di essere disposto a interrompere tutte le relazioni con un’azienda se questa diventasse troppo invadente.

Inoltre dalla ricerca emerge che i clienti pensano che un’impresa dovrebbe prestare loro la massima attenzione durante la vendita, ma che anche il momento del post vendita sia fondamentale. Infatti il 47% dei clienti smetterebbe di acquistare da un’azienda se questa non fosse in grado di soddisfare le aspettative riguardo le interazioni, il 60% pensa che le imprese siano interessate solo al guadagno e il 91% afferma che se il processo di acquisto online risulta complicato, non completano l’acquisto.

Bene, ora che sai come i tuoi potenziali clienti vorrebbero che li raggiungessi e quanta attenzione vorrebbero che investissi nei loro confronti, ti diamo qualche strumento per strutturare una strategia in questo senso.

Innanzitutto devi soddisfare le richieste dei consumatori e la prima cosa da capire è: cosa cercano gli utenti online potenzialmente interessati al mio brand?
Analizza il mercato di riferimento e osserva cosa fanno i competitor, inoltre cerca di capire come gli utenti potenzialmente interessati al tuo brand vengono a contatto e comunicano con il settore di riferimento.
Quando hai scoperto quali sono le domande dei tuoi potenziali clienti, devi fornire loro le risposte e devi farlo prima e in maniera migliore dei tuoi competitor! Non è facile, ma gli strumenti online per raggiungere questo obiettivo sono molti.
Fai in modo che il tuo sito venga sempre aggiornato con contenuti di qualità Leggi anche: 5 modi per migliorare la tua SEO.

Ti vogliamo dare qualche strumento per affinare la strategia e migliorare la qualità del tuo sito:
- Quali keyword e long tail keyword dovresti utilizzare nei contenuti del tuo sito? Utilizza: keywordtool e gookey 
- I tuoi potenziali clienti vivono un’ esperienza di navigazione ottimale sul tuo sito? Verifica lo stato della user experience con pingdom e misura la velocità del caricamento delle pagine con uno strumento di Google pagespeed.
- Oggi la maggior parte degli utenti naviga utilizzando il proprio smartphone, perciò verifica che il tuo sito sia al 100% mobile friendly con il test di Google

Newsletter, sfrutta questo potentissimo strumento per raggiungere le persone giuste al momento giusto. Esistono flussi di e-mail marketing automation che ti permettono di affinare la comunicazione e cucirla sul destinatario. Leggi anche: Come impostare una campagna di email marketing e Scrivere una newsletter efficace.

“email Un altro efficace modo per personalizzare gli annunci in base alle ricerche degli utenti è sfruttare il search marketing, ovvero quel ramo del web marketing che si applica ai motori di ricerca per generare traffico qualificato verso un determinato sito web. Google Adwords per esempio… ma ne parliamo nel prossimo articolo!