Video content e Instant Messaging

Gli utenti preferiscono i contenuti video e amano essere guidati negli acquisti grazie a chat che interpretano il comportamento umano e rispondono istantaneamente risolvendo in maniera rapida le problematiche.

Gli utenti hanno ormai dimostrato una spiccata preferenza per la creazione e il consumo di video. YouTube è la meta preferita della maggioranza dei navigatori e Facebook ha implementato le funzionalità legate alla produzione e alla fruizione di video per contrastare il trend avversario. Caricare, editare, organizzare filmati e controllarne le performance è sempre più semplice anche nella piattaforma social più famosa. È stato ulteriormente potenziato Facebook Live, ossia la possibilità di trasmettere in diretta e interfacciarsi con le reazioni e i messaggi degli altri utenti in tempo reale. Anche su Twitter è possibile editare video in maniera simile, ma in scala minore. E Instagram non vuole essere da meno, e anche in questa piattaforma il video ha preso piede nel 2016 e ha gettato le fondamenta per un incremento nell’utilizzo e nella popolarità nel 2017. Le stories permettono di creare delle micro-storie composte da immagini fisse e in movimento, caricate in sequenza, dove è possibile sovrapporre geo-filtri, emoticons e testi che scompaiono in 24 ore. Presto queste storie prenderanno vita in diretta, è già stato annunciato a tutti gli utenti. Smartphone alla mano e videocamera attiva allora! Le strategie da parte delle aziende non potranno fare a meno di tenere conto la componente visiva anche nel 2017, e forse sempre di più.

Uniti ai contenuti video, di massima importanza nelle strategie social di quest’anno ci sono tutte le possibilità che ruotano intorno alle chat in tempo reale. La chat di Facebook sarà sempre più uno strumento di business, in grado di agevolare tutte le fasi di pre e post vendita. Ma un forte impulso verso questa direzione arriva anche dall’uso di tecniche di intelligenza artificiale. I chat bot o conventional bot, sono software che emulano il comportamento dell’essere umano, riuscendo a capire il contesto delle domande degli utenti e aprendo delle conversazioni precedenti. Rispondere in tempo reale e risolvere le problematiche dell’utente online in fase d’acquisto può essere la chiave per ridurre i carrelli abbandonati e far vivere un’esperienza molto più gratificante al cliente che acquista sul nostro sito, che non si sentirà perso in nessuna fase. Ma non solo, utilizzando la chat, è anche possibile effettuare l’acquisto, ordinando un prodotto, scegliendo il destinatario della consegna, effettuare il pagamento e tracciarne la spedizione! Si tratta di vere e proprie interfacce conversazionali che migliorano la customer experience, dentro e fuori Facebook (anche nel proprio sito internet).

Sfide che i professionisti di comunicazione si troveranno a dover affrontare quest'anno insomma. E voi siete pronti a rinnovare il vostro modo di comunicare con i vostri clienti?