Investimenti in software 4.0: incentivi nel 2018

Se nel 2018 hai effettuato acquisti di beni ammortizzabili potrai sfruttare una extra maggiorazione del 40% per gli investimenti nei software! Ma di cosa si tratta e come puoi beneficiarne? Vediamo…


Il Piano nazionale Industria 4.0 è l'occasione per tutte le aziende che vogliono cogliere le opportunità legate alla quarta rivoluzione industriale.

Il Piano prevede misure concrete in base a tre principali linee guida:
- operare in una logica di neutralità tecnologica
- intervenire con azioni orizzontali e non verticali o settoriali
- agire su fattori abilitanti




Il super ammortamento è un’agevolazione che prevede l’incremento del 40% del costo fiscale di beni materiali originariamente acquistati dal 15 ottobre 2015 al 31 dicembre 2016, oggi prorogata. Il maggior costo, riconosciuto solo per le imposte sui redditi e non ai fini Irap, può essere infatti portato extracontabilmente in deduzione del reddito attraverso l’effettuazione di variazioni in diminuzione in dichiarazione.

Sono state potenziate e indirizzate in una logica 4.0 tutte le misure che si sono rilevate efficaci e, per rispondere pienamente alle esigenze emergenti, ne sono state previste di nuove, come potete leggere nel sito del Ministero dello Sviluppo Economico.

Gli investimenti in software possono rientrare tra gli impieghi agevolabili, anche quando i programmi sono acquisiti in licenza d’uso, a patto che sia possibile iscriverli tra le immobilizzazioni immateriali, stando a quanto previsto dal principio contabile OIC 24.

Il contenuto del principio contabile OIC 24 stabilisce che il software applicativo acquistato a titolo di proprietà – contratto di sviluppo oppure diritto esclusivo – nonché acquisito in licenza d’uso a tempo indeterminato o determinato, può essere capitalizzato solo nei limiti delle somme che sono pagate una tantum. Dunque, non possono essere iscritti all’attivo e dunque capitalizzati, bensì imputati a conto economico con le regole di competenza temporale, quei canoni periodici o quelle eventuali royalties che vengono corrisposte successivamente al pagamento iniziale una tantum.

Inoltre, il regolamento prevede che i software sono agevolati quando operano “stand alone”, ovvero quando non sono indispensabili al funzionamento del bene materiale. In presenza, invece, di un software integrato, che sia stato acquistato unitamente ad un bene soggetto a “iper ammortamento”, l’intero costo del cespite (comprensivo di quello del software) potrà sfrutterà l’incentivo del 150%.

La Legge di Bilancio 2018 ha contribuito ad allargare la definizione di beni immateriali agevolabili modificando il contenuto della tabella B allegata alla legge 232/2016.



DOMANDA E RISPOSTA!

Che cos’è l’Iper ammortamento?

L’iper ammortamento è una nuova misura fiscale che consente alle imprese di beneficiare di un ammortamento maggiorato al 250% del costo di acquisto di nuovi beni strumentali che rientrano nell’elenco dei beni agevolabili dal piano Industria 4.0. 

Cosa bisogna presentare?

L’impresa, per accedere all’iper ammortamento e all’ulteriore maggiorazione del 40% per l’acquisto dei beni immateriali legati all’industria 4.0, deve presentare:

- Dichiarazione del legale rappresentate
- Perizia tecnica giurata rilasciata da un periodo industriale o ingegnere per ogni bene avente un costo unitario superiore a 500.000€

Attestanti il possesso di 2 importanti requisiti:

- che i beni acquistati o in leasing, posseggono quelle caratteristiche tecniche tali da farli rientrare nell’elenco dei beni agevolabili dall’iper ammortamento, allegato A e B
- che i beni sono interconnessi al sistema aziendale di gestione della produzione o della fornitura.

Quali sono le tempistiche?

L’iper ammortamento vale per beni nuovi acquistati, anche in leasing, dal 1 gennaio 2018 fino al 31 dicembre 2018.
È possibile applicarlo anche a beni consegnati, installati e messi in funzione fino al 31 dicembre 2019, a patto che sia stato emesso l’ordine e pagato un acconto (maggiore del 20%) entro il 31 dicembre 2018.


(Fonte: guidafisco.it)